Blog: http://fareverdecagliari.ilcannocchiale.it

L'ex ospedale diventa beauty farm - Unione Sarda

Piovono immediati i commenti sulla decisione della Regione. Il gruppo di An in Consiglio regionale critica la durata della concessione (troppi cinquant'anni), mentre il comitato "Giù le mani dalla colonia dux" è preoccupato che venga snaturata l'architettura della struttura. Perplesso anche il presidente della Provincia, Graziano Milia: «Non sarebbe stato dannoso un confronto prima di prendere qualsiasi decisione». Per il numero uno dell'amministrazione provinciale dunque non è in discussione tanto la destinazione d'uso («Vista così potrebbe anche andare bene»), ma il metodo deciso dalla Regione: «Perché non parlarne prima? Sono una persona che mette da parte le criticità se esiste un dialogo, che non fa mai male». Sulla necessità di prendere una decisione invece niente in contrario: «Era importante intervenire, visto lo stato di degrado raggiunto dall'ex ospedale Marino». Milia chiude con una frecciata ironica sulla concessione per cinquant'anni: «Se si pensa a così tanti anni significa che l'investimento sarà molto elevato. E in questi casi il concorso di idee sembra già finalizzato. Anche per questo la Provincia non parteciperà». Non perde tempo Alleanza Nazionale, che ha presentato, in Consiglio regionali, un'interrogazione con richiesta di risposta scritta (a firma di Antonello Liori e Mario Diana) rivolta al presidente Soru e all'assessore agli Enti locali, Gian Valerio Sanna: «Non è eccessiva una concessione per cinquant'anni? Inoltre l'indicazione della destinazione non sembra escludere finalità, come una discoteche o sale bingo, che potrebbero mettere a repentaglio la tranquillità del quartiere». Per i consiglieri regionali sarebbe stato meglio «trasferire l'immobile al patrimonio del comune di Cagliari». Preoccupato il comitato "Giù le mani dalla colonia dux": «Nel bando - attacca Simone Spiga - è inserita la possibilità di effettuare interventi di ristrutturazione architettonica. Questo potrebbe voler dire modificare l'assetto architettonico della struttura, modificandone la natura razionalista». Continua dunque la raccolta di firma del comitato per evitare che l'ex ospedale Marino possa perdere la sua identità storica. (m. v.)

Visita il sito e Firma la Petizione

Pubblicato il 28/7/2006 alle 17.40 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web