.
Annunci online

 
fareverdecagliari 
Blog del Nucleo di Fare Verde della Provincia di Cagliari
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Fare Verde - Sito Nazionale
Simone Spiga Blog
Comitato per Pirri
Bruno Murgia
Acque Sociali
Ignazio Artizzu
Fronte Verde
  cerca

 

 

Presidente Provinciale

Simone Spiga

 

Referente Quartu Sant'Elena

Michele Pisano

 

Referente Quartucciu

Lorenzo Cireddu













 


 


 

Diario | Parcheggi Via Manzoni | Iniziative Nazionali | No al termovalorizzatore di Ottana (NU) | Referendum Regionale contro il nucleare in Sardegna |
 
Diario
1visite.

30 dicembre 2010

Non buttare il tuo albero di Natale

Con la conclusione delle festività natalizie sorge in molte città italiane l'esigenza dei cittadini di sbarazzarsi degli abeti utilizzati come "Alberi di Natale", un problema che più persone ci hanno segnalato e che riguarda anche uffici di vario tipo.

"Per questo motivo, l'Associazione Fare Verde di Cagliari ha richiesto al Comune di Cagliari, la possibilità di utilizzare uno spazio cittadino per recuperare e ripiantare queste piante, considerato che dai dati forniti dalla Cia, Confederazione Italiana Agricoltori si sono spesi circa 150 milioni di euro per acquistare  8 milioni di alberi in tutta Italia”…”Anche il Natale 2010, passata ormai abbondantemente la moda spacciata per ecologica dell’albero finto (solo in 5 milioni ne hanno comprato o usato uno) le case torneranno a profumare delle fragranti resine di Picea Abies e di Abies Alba”, afferma Simone Spiga, Responsabile di Fare Verde.

"Sul territorio cittadino come triste consuetudine, molte persone si sbarazzano delle piante buttandole nella spazzatura, quando invece potremmo migliorare delle aree di Cagliari"..."l'area che Fare Verde ha individuato per ripiantare gli alberi è lo sterrato situato dietro la Via Castiglione, un'area contesa e che nel mese di Dicembre è stata sbancata per favorire il parcheggio delle auto in un area destinata al verde pubblico e all’istruzione”, prosegue la nota di Spiga.

"Vogliamo ricordare del Natale, l'aspetto più culturale e della tradizione dell'albero, infatti l’usanza dell’abete natalizio discende dalle tradizioni pagane del culto solare e del Sole Invitto, quando l’addobbare con luci un albero, significava festeggiare, in concomitanza con il solstizio invernale, la vittoria della vita sulla morte e del bene sul male"..."L’esatto opposto di quanto purtroppo avviene nella nostra moderna società dei consumi, dove gli abeti, svuotati di ogni significato e simbolismo, vengono volutamente mercificati e commercializzati senza radici per favorirne la morte e quindi l’ulteriore acquisto l’anno successivo"..."Per quanti invece non hanno voluto rinunciare all’utilizzo di un abete vero, abbiamo quindi deciso di fornire la possibilità di metterlo a disposizione dei nostri volontari che provvederanno a ripiantarlo in una zona della città dove, la cittadinanza chiede da tempo la creazione di un area verde", conclude Simone Spiga.

4 dicembre 2010

Ancora una volta diciamo un categorico NO ai rifiuti campani in Sardegna

La parola “emergenza”, utilizzata in questi ultimi anni sul caso dei rifiuti campani, ci sembra un modo molto scorretto per affrontare seriamente il problema dello smaltimento dei rifiuti, in una Regione italiana, dove sia per colpa del Governo Berlusconi, che per la negligenza delle Amministrazioni locali sia di Centro Destra che di Centro Sinistra, non si riesce ad affrontare seriamente questo dramma.

“La situazione venutasi a creare, ancora una volta in Campania, ci deve vedere nettamente contrari allo smaltimento in Sardegna di rifiuti campani.  Fare Verde è stata contraria sin dal primo momento e oggi più di ieri esprime contrarietà a questa ipotesi”, afferma Simone Spiga, Responsabile Regionale di Fare Verde.

“Considerato che non ci risulta che siano mai pervenuti i soldi promessi per lo smaltimento dei rifiuti campani,  arrivati in Sardegna nel Gennaio 2008 che provocarono una mobilitazione in tutta la regione”…”oggi vogliamo capire perché in questi anni non ci sono stati passi avanti in Campania sulla riduzione dei rifiuti e sulla raccolta differenziata”, incalza Spiga.

“Fare Verde, promotrice del Comitato Referendario SI CONTRO IL NUCLEARE IN SARDEGNA, chiede alla Regione Sardegna una presa di posizione netta. La solidarietà ad una popolazione non può prescindere dalle scellerate scelte di non affrontare radicalmente il tema dei rifiuti. Per queste ragioni, ci stiamo mobilitando in tutta la Sardegna per promuovere politiche energetiche alternative al nucleare, sensibilizzando i cittadini sardi,  partendo proprio dalla riduzione dei rifiuti, unica soluzione per sprecare meno energia e per tutelare l’ambiente che ci circonda”, conclude Spiga.




permalink | inviato da fareverdecagliari il 4/12/2010 alle 14:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
ottobre        gennaio